Condividi

Tra rischi e possibilità

A cura di Claudia Ottella

 

I bambini amano il gioco, e se li osserviamo attentamente possiamo notare che i giochi che amano di più non sono quelli “facili”, ma quelli “difficili”, intensi, che richiedono impegno e sforzo. La domanda da porsi è: possiamo dunque osare ed esporre i bambini alle sfide di un gioco rischioso?

I bambini non solo desiderano, ma hanno la necessità di esplorare i propri limiti e di vivere sempre nuove esperienze di gioco per crescere. È vero che talvolta nelle loro attività possono incontrare situazioni realmente pericolose che in taluni casi è possibile diano luogo a incidenti: da queste dobbiamo indubbiamente allontanare i bambini con serietà, ma è altrettanto vero invece che fare l’esperienza di piccoli infortuni può avere un ruolo positivo nella crescita. Spazi educativi dove sia possibile testare le proprie abilità, esperienze che promuovono la resilienza e la confidenza con l’imprevisto, opportunità che permettano di testare i propri confini ed esplorare fino a dove è possibile spingere le proprie capacità insegnano il rispetto per il pericolo e la capacità di gestire il rischio. Esercitare i bambini all’esperienza dell’incerto e accompagnarli a imparare dai propri errori significa portarli nel mondo vero, prepararli al mondo che da adulti domani dovranno affrontare.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.