Lucio Lombardi, della Fondazione Chiaravalle Montessori, ci ricorda – nelle prime pagine di giugno – il progetto educativo Montessori nel quale l’adulto non insegna ma aiuta la vita, che si basa su un’immagine di bambino dalle ricchissime potenzialità. 

Daniele Barca ci invita, attraverso i suoi compiti delle vacanze, a riscoprire un tempo spensierato da non sprecare, durante il quale pasticciare, meravigliarsi, scoprire, mettersi in gioco, senza dimenticare il futuro della scuola. Marco Papotti e Sandrine de Borman condividono una riflessione sull’accoglienza, in un servizio in cui orbitano famiglie molto diverse, che passa dal riconoscimento delle lingue e delle culture altrui. “Riforme in corso” presenta, invece, una piccola realtà 1-6 tra le colline del Bolognese.

Ad aprire Idee e Questioni è un’intervista a Lorenzo Campioni, presidente uscente del Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, che ci racconta i passi fatti dalla raccolta firme per la Legge 1260 alla “Buona scuola” e alle prospettive future. Seguono due ricerche: la prima dell’Università di Milano-Bicocca, sull’autonomia e le regole al nido, e la seconda dell’Università di Bologna, che ha coinvolto bambini di 4-5 anni per indagare la school readiness, ossia “l’essere pronti per la scuola”. Chiude la rubrica un breve intervento di Enea Nottoli sulle potenzialità connesse alla multimedialità a scuola.

L’approfondimento è dedicato al tema della creatività, da educare, stimolare e incentivare, che si sprigiona a partire dal giusto bilanciamento tra conoscenze apprese e fantasia. Passando dall’arte alla natura, da un insolito approccio ai segni e simboli della scrittura a un percorso con la stampante 3D, tante sono le situazioni creative che ritroviamo nelle pagine centrali della rivista.

Ma se la creatività sta anche nel riutilizzo di materiali e oggetti vecchi, ripensati e resi funzionali a un contesto o a uno scopo nuovi, se l’immaginazione è alla base della creatività e della scoperta scientifica, ecco che anche le Esperienze dai nidi di Aosta e Fidenza, i due articoli sulla scienza e la mostra di Cervia racchiudono tanti tratti di creatività.

L’invito per le vacanze negli Strumenti è quello di leggere buoni libri e, magari, diventare lettori volontari, ma anche scoprire alcune app interattive per giocare.

Buona estate! Ci ritroviamo a settembre...