Condividi

Osservatorio

La sezione raccoglie i riferimenti all’attualità con l’editoriale dove la direzione della rivista o un personaggio della cultura con specifiche competenze fa il punto su argomenti di politica educativa, sulle questioni più calde attinenti all’infanzia, sullo status dei servizi per l’infanzia e del più complessivo impianto del welfare.

La segnalazione di principali eventi, delle iniziative, delle campagne di solidarietà e impegno civile pubblicati in bloc notes completa lo sguardo sul contesto.

La voce di alcuni collaboratori prende avvio da queste pagine per poi articolarsi nei social collegati alla rivista.

Idee e questioni

Il cuore della rivista si articola in questa sezione di Cultura e Formazione.

Le interviste: studiosi, ricercatori, maitres à penser hanno spazio per dialogare con la redazione sulle nuove frontiere della ricerca, sulle tematiche di più viva attualità, sui temi scottanti della società e della cultura. Possiamo segnalare qualche nome

La ricerca: le nostre conoscenze sono sempre in evoluzione. Il bambino è poi una scoperta recente. Chi si interessa di saperne di più? Chi sta lavorando per mettere a disposizione di genitori, educatori, amministratori, politici nuove informazioni per affinare le scelte e sostenere uno sviluppo armonico dell’uomo (il piccolo uomo e la piccola donna) in una società in grande evoluzione come quella attuale? Il contributo degli Istituti di ricerca specializzati nei vari campi delle scienze dell’educazione (pedagogia, psicologia, sociologia, ...) e della salute vengono proposti alla conoscenza e alla riflessione.

Dall’Europa: che cosa succede in questo mondo sempre più piccolo? Nell’ottica glocal per cui non possiamo prescindere da una dimensione più ampia del ristretto panorama nazionale, l’attenzione si allarga alle politiche educative, alle problematiche, alle buone pratiche dei Paesi più vicini che possono offrire spunti di riflessione, prestarsi a utili confronti, suscitare stimoli vivaci.

La dimensione della cultura nel senso più completo: non si trasmette se non si conosce, non si educa se non si è ricchi di valori. Il contributo di studiosi, di persone impegnate nei più diversi campi del sapere sono il terreno su cui sviluppare competenze e capacità umane che diventano poi l’essenza stessa delle azioni educative.

La Formazione è la potenzialità di rigenerarsi, di reagire al burn out, di rinfrescare e rinvigorire l’impegno professionale. Condividere le esperienze e i progetti , discuterne, elaborarli per andare oltre e Lavorare bene nel proprio contesto fanno dell’educazione un processo dinamico, innovativo, stimolante non solo per chi ne fruisce, ma anche e soprattutto per chi ne è attore.

L’approfondimento

Ogni fascicolo contiene un monografico. È un fascicolo all’interno del fascicolo che affronta un tema in modo unitario e lo sviluppa da diversi punti di vista, dalle premesse teoriche, alle applicazioni pratiche in situazioni diverse, agli sviluppi possibili.

E a conclusione “l’altro punto di vista”: uno sguardo divergente sul tema trattato. Un occhio diverso che fa da contrappunto, che lancia un dubbio, è così ma forse anche…

Esperienze

Cosa si fa? Come si fa? Come si potrebbe? Dai Nidi, dalle Scuole dell’infanzia, dagli Spazi gioco, dai Centri bambini e genitori … le esperienze più interessanti, i progetti di lavoro, gli accorgimenti, i sussidi, gli strumenti… Il meglio dell’esperienza offerto ai colleghi, per conoscere, per riflettere e approfondire, per re-inventare ri-creare, per costruire nuovi percorsi a partire dall’esperienza consolidata, per fare memoria dei saperi di tante colleghe e colleghi.

Strumenti

Letture, video, spettacoli, mostre, sussidi… Tante e tante opportunità per lavorare meglio.Segnalazioni, condivisioni, esperienze di utilizzo… un grande patrimonio che viene socializzato per condividere possibilità, per fare tesoro del sapere e del fare anche di altri, per cogliere il meglio di tante competenze e capacità diverse.